Qual è il ruolo dell'allevatore?

Un allevatore non è solo una persona che ama smodatamente i gatti ma anche una persona che decide di dedicare la propria vita, il proprio tempo libero ed il proprio denaro al miglioramento e alla diffusione di una razza.
Ma cosa significano le parole miglioramento e diffusione?
Migliorare un razza significa tante cose: arricchire il pool genetico facendo nascere soggetti sani e in standard, il che presuppone un’accorta selezione dei genitori tenendo conto dei gradi di consanguineità e della loro storia clinica; arricchire le conoscenze di genetica e delle problematiche relative alla salute felina onde evitare di scegliere accoppiamenti sbagliati e/o di non riconoscere malattie di cui i gatti potrebbero essere affetti; confinare (attraverso la castrazione o la sterilizzazione) soggetti portatori di malattie genetiche o ereditarie per evitare che vengano prodotti figli malati o portatori; seguire con continuità anche i gatti già affidati a famiglie onde monitorare la salute delle proprie discendenze; aggiornarsi continuamente sugli sviluppi della ricerca e della medicina veterinaria per quanto riguarda le malattie cui la razza è tipicamente soggetta.
Per diffusione, invece, si intende sia la scelta oculata per i cuccioli nati in allevamento della miglior sistemazione possibile presso proprietari responsabili e attenti, sia lo sforzo di far conoscere al mondo esterno la bellezza e la caratteristiche tipiche della razza.