Cosa penso di lei [Micene]

... che è pura vita.

Cosa c’era prima di Micene? Probabilmente nulla, il vuoto. Il silenzio. E l’immobilità.


Micene rosicchia la vita a piccoli, gustosissimi morsi e se ne riempie il palato di croccanti sapori, lasciando noi a bocca asciutta, a guardarla mentre si sazia di gioia.
Micene che reinventa la vita ogni giorno dandole sempre un sapore nuovo, Micene che dal giorno della sua nascita ha portato con sè un carico di energia, entusiasmo, voglia di vivere e di scoprire le cose, tanto da insegnarmi come si sta al mondo, Micene che me ne combina di tutti i colori e si fa perdonare per il sol fatto d’avere un musino irresistibile e quell’aria innocente e ingenua, Micene che non si ferma, Micene che ti porta via, Micene che disperde nell’aria invisibile pulviscolo di vitalità allo stato puro come fosse il suo contributo al mondo, Micene che è la figlia della mia bimba Kleo e per questo mille volte preziosa… Micene, la mia gatta rosa, la mia gatta pazza, pazza di gioia, mi ricorda una canzone di tanti, tantissimi anni fa, io ero poco più di una bambina e mio fratello mi regalò per la mia prima comunione una audio-cassetta in cui c’era un pezzo che recitava all’incirca così....


Son pieno di contraddizioni
che male c’è
adoro le complicazioni
fanno per me
non metterò la testa a posto
mai
a maggio vedrai che mi sposerai…Luna!

(26/08/2007)